CASA Dunya

Attivo da:

1° Luglio 2019

in corso

Tipologia di accoglienza:

Centro Collettivo (21 ospiti + operatore)

Tipologia di ospiti:

DONNE RICHIEDENTI ASILO

CON RISPETTIVI FIGLI

Servizi e attività:

  • Ospitalità diurna e notturna
  • Servizio di Lavanderia
  • Servizio di distribuzione, conservazione e controllo dei pasti con operatore della cucina
  • Kit per igiene personale con rinnovo periodico
  • Servizio di trasposto
  • Servizio di Mediazione culturale e linguistica
  • Servizio di Informazione
  • Tutela Legale
  • Tutela psico-socio-sanitaria
  • Orientamento e accesso ai servizi del territorio
  • Attività di inserimento socio-culturale

Dal 1° luglio 2019 la Cooperativa Teranga si occupa della gestione di un centro collettivo nel centro di Ravenna, Casa Dunya, già adibito a questa funzione.

Sono accolte 21 persone tra donne Richiedenti Protezione Internazionale e i loro figli.

Alloggia nella struttura anche un operatore della cooperativa, incaricato al controllo notturno e al rispetto delle regole di convivenza.

La struttura è dotata di ampie camere da letto e vani, un ampio soggiorno utilizzato anche per le riunioni con gli ospiti, una cucina professionale con cuoco addetto alla preparazione dei pasti per i beneficiari.

Insieme al responsabile della struttura lavorano operatori preposti a specifiche mansioni.

Fra i vari servizi, il personale della cooperativa Teranga supporta le ospiti nella gestione degli appuntamenti sanitari e degli impegni legali e amministrativi, fornendo accompagnamento e mediazione linguistica.

Per favorire il processo di integrazione aiutiamo le ospiti nella ricerca di corsi di formazione e di lavoro, in costante comunicazione col centro per l’impiego, con i centri di formazione professionale e con i C.P.I.A. del territorio.

Incentiviamo le ospiti nella partecipazione delle attività di formazione del territorio, come il tandem linguistico organizzato in collaborazione con la Casa delle Donne di Ravenna.

Le ospiti madri sono supportate nella gestione della maternità e nell’iscrizione ai servizi per l’infanzia; in caso di vulnerabilità vengono attivati i servizi del territorio di supporto socio-psicologico come il progetto Starter.

Organizziamo incontri, con mediazione linguistica, che possano fornire agli ospiti informazioni importanti per il loro percorso, come quello organizzato sulla legislazione italiana riguardante la domanda di protezione internazionale e altri aspetti ad essa connessi.